You are here: /

SERPENTINE: Living and Dying in High Definition

data

25/08/2011
80


Genere: Melodic Rock
Etichetta: Aor Heaven
Distro:
Anno: 2011

Questa band in poco più di un anno sforna un disco addirittura migliore del suo predecessore, con un Tony Mills totalmente (e finalmemte) a suo agio grazie ad un genere a lui più consono rispetto alle ultime nefandezze dei TNT di un sempre più brasato Le Tekro. Quindi sulla falsariga degli Shy e del classico AOR inglese anni '80. Un disco dove le tastiere la fanno da padrone, così pompose e piene fanno risaltare la voce di Mills al massimo, le alte tonalità raggiunte, i ritornelli così ariosi e coinvolgenti fanno tornare alla mente 'Excess All Areas', capolavoro definitivo ed indiscusso degli Shy e, forse, dell'AOR albionico. I brani sono tutti molto articolati, di certo non di breve durata, ma al contempo con tutto al loro posto, niente è inutile e superfluo. Interessante cogliere le differenze di umore sui brani impegnati come "Deep Down", o "Forgotten Heroes", oppure i brani più mainstream o "da singolo" come "Philadelphia", e su tutte "Cry". Un unico appunto, anche se basilare, va alla produzione di Sheena Sear (già visto all'opera con ben altri risultati con i Magnum) dove la batteria è veramente inscatolata ed il rullante suona come una lattina, dove il basso scompare a vantaggio delle tastiere impastando un po' tutto. E' un grave peccato perchè rovina quasi quanto di buono presente nella fase di scrittura brani, di certo non siamo di fronte ad un disco inascoltabile o stile demo, ma sicuramente da questi ragazzotti ci si aspetta decisamente di più. Bellissimo disco, quindi, per certi versi rovinato da una produzione non all'altezza, altrimenti ambirebbe alla palma dei migliori lavori dell'anno.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web